taormina10.jpg
taormina4.jpg
taormina1.jpg
taormina2.jpg
taormina9.jpg
taormina5.jpg
taormina8.jpg
taormina6.jpg
Mare

Taormina

Manifestazioni

Segnala un evento


E' uno dei centri turistici internazionali di maggior rilievo.
Diodoro Siculo (storico - 90 al 27 aC) attesta che i Siculi (tra le prime popolazioni ad occupare la Sicilia, prendevano il nome presumibilmente dal nome del re Siculo; i Greci li trovarono al loro arrivo in Sicilia nel 756 aC) abitavano la Rocca di Taormina e fondarono Naxos (odierna Giardini Naxos).
Taormina rimane sotto il dominio di Siracusa fino al 212 aC quando i romani dichiararono tutta la Sicilia, propria provincia.
Nel corso della guerra servile (furono tre le guerre combattute tra la Repubblica Romana e gli schiavi ribelli tra il 135 e il 71 aC), Tauromenium venne occupata dagli schiavi insorti ma, nel 36 aC Ottaviano riprese la città in precedenza occupata da Sesto Pompeo (militare e politico romano 67 – 35 aC).
Poche sono le notizie che vanno dalla caduta dall'Impero Romano d'occidente (476), l'invasione dei Goti (tribù Germanica), la presenza dei Bizantini (Impero Romano d'Oriente di cultura greca), la conquista Araba.
La notte di Natale del 906, dopo due anni d'assedio, Taormina, a causa di un traditore mercenario Messinese, passò sotto il dominio musulmano.
Nel 911, la componente Cristiana della cittadina riprese il controllo della città.
Vi furono altri assedi da parte degli Emirati e solo nel 963 Ahmad ibn al-hasan portò alla resa Taormina.
I musulmani l'abbellirono e l'adornarono di giardini e fontane ribattezzandola: "al-Mu izziyya".
Nel 1078, il Gran Conte Ruggero cinse d'assedio la Città con la costruzione di 22 fortezze in legname (formando un muro insuperabile) e i Saraceni capitolarono.
Fin dal 1272, Giovanni Natoli Barone di Sparta, fu governatore di Taormina.
Nel XVI sec Filippo IV di Spagna concesse alla città, il privilegio di appartenere stabilmente alla corona e poiché questi si mostrarono fedelissimi alla Spagna, nel 1676, i Francesi la espugnarono.
Seguirono l'occupazione Napoleonica e lo sbarco dei mille.

Monumenti
- Duomo di Taormina: solenne costruzione merlata duecentesca; sulla stessa piazza sorge una fontana barocca con in cima il simbolo della città. Una figura mitica: metà donna e metà toro;
- Chiesa di S. Antonio Abate del 1330;
- Chiesa di S. Pancrazio del VI sec che incorpora frammenti di un tempio greco intitolato a Serapide e Iside;

Seguono altre Chiese settecentesche;

Siti Archeologici
- Teatro Greco: è il monumento meglio conservato e il più importante della città. L'edificio attuale è di epoca romana (II sec aC);
- Domus S. Pancrazio del I sec aC, nell'epoca Cristiana fu culto a S. Pancrazio;
- La Naumachia: imponente costruzione in mattoni del I sec aC;
- Odeon: piccolo edificio teatrale di epoca imperiale, I sec aC;
- Castello di Monte Tauro del X sec dC;

Luoghi di interesse
- Palazzo Corvaia: costruzione quattrocentesca con facciata austera, decorata con merli alla sommità;
- Palazzo dei duchi S. Stefano: rappresenta uno dei più interessanti esempi di edifici Siciliani del 1300 – 1400;
- Palazzo Ciampoli: edificio gotico-catalano del XV sec.
- Villa comunale con il parco che la circonda;
- Isola bella: piccola isoletta che per l'esigua distanza dalla costa, a causa della marea, si annulla rendendola una penisola ed è chiamata anche "perla del mediterraneo"
- Ex Chiesa di S. Agostino in forme gotiche, sede della biblioteca comunale;
- Stazione ferroviaria Taormina-Giardini Naxos: una delle prime ferrovie in Sicilia (1866);
- Badia vecchia;
- Antiquarium: dove sono esposti reperti archeologici fra cui iscrizioni, sculture, statue; interessanti sono i testi epigrafici con le liste degli strateghi e dei ginnasiarchi.
- Belvedere: bellissima passeggiata poco fuori porta Messina da dove si gode una meravigliosa vista sul litorale.

Escursioni
Mazzarò: a 4 km. Raggiungibile in funivia o a piedi. E' una piccola spiaggia situata in un'insenatura, famosa per le stupefacenti grotte marine, visitabili in barca;
Castello di Taormina: a 2 km. Di origine medievale. Ne restano il Mastio, tratti di mura e una torre; vi si gode una magnifica vista;
Conosci questa località ?
Oppure chiedi a chi la conosce

Aggiornamenti degli utenti

Se conosci notizie ulteriori, hai consigli per chi intende visitare questa località, oppure precisazioni particolari, scrivile qui in modo da aiutarci a tenere sempre aggiornata la scheda della località.

Foto inserite dagli utenti
Click per ingrandire

Aggiungi
Foto

Carica un'Immagine

×

Diari di viaggio
Click per leggere

Aggiungi
Diario